Abbandono del DVB-T entro la fine del 2019

Il 29 agosto 2018, il Consiglio federale ha rilasciato una nuova Concessione alla SSR. Il Consiglio federale vi ha sancito che il diritto e il dovere della SSR di diffondere via DVB-T programmi televisivi si estinguono il 31 dicembre 2019 (art. 42).

 

Link verso la Concessione SSR.

Link verso il comunicato stampa dell’UFCOM (Ufficio federale delle comunicazioni).

 

Nel quadro delle misure di risparmio preannunciate, la SSR deve ridurre i suoi costi d’esercizio. Le trasmissioni in DVB-T non rappresentano un impiego economico dei proventi del canone e vengono consumate solo da poche economie domestiche.

Ecco perché, entro la fine del 2019, la SSR dovrà abbandonare questa via di diffusione. Una volta pronto il piano di abbandono, la SSR informerà immediatamente gli spettatori interessati.


Tecnologia DVB-T

Tecnologia DVB-T

Per DVB-T si intende la diffusione di programmi televisivi via antenna. La maggior parte dei televisori è già dotata di un sintonizzatore digitale incorporato e può ricevere il DVB-T. In ogni regione, la SSR diffonde le reti regionali e le prime reti delle altre due regioni linguistiche come servizio di base (4-5 reti). La ricezione è gratuita e non criptata.

Il professor Broadcast dice…

La diffusione terrestre in qualità HD via antenna richiede molta ampiezza di banda per un gruppo di utenti proporzionalmente piccolo, per cui, seppur possibile, non è economica.

Molti atout e pochi limiti

Nel sistema DVB-T le reti sono trasmesse in qualità standard. Per captare reti televisive in HD della SSR è necessaria la ricezione satellitare o via cavo.

Trovate quì una panoramica delle reti disponibili e della loro ubicazione.


Installazione

Installazione del sistema DVB-T

Antenna

Per la ricezione del segnale DVB-T è possibile ricorrere a diversi tipi di antenne (antenne da tetto o esterne). Il tipo, la dimensione e il montaggio variano in funzione della distanza dalla sede del trasmettitore e dalle situazioni edilizie e topografiche. Al centro di una zona di copertura, è sufficiente un'antenna ad asta di piccole dimensioni a garantire una ricezione senza disturbi. A seconda delle caratteristiche dell'edificio, può essere posta persino all'interno. Se a causa della distanza dai trasmettitori il segnale è un po' debole, occorre almeno un'antenna esterna, che può essere direzionale o non direzionale a seconda delle circostanze. All'esterno della zona di copertura si consiglia di utilizzare un'antenna da tetto orientata verso il trasmettitore principale.

  • Display con indicazione del canale e delle condizioni di funzionamento
  • Electronic Program Guide (EPG)
  • Funzione formato dell'immagine 16:9
  • Suono stereo
  • Ricerca automatica delle reti
  • Due prese SCART
  • Uscita audio analogica
  • Porta RS-232 o USB per aggiornamento software

Installazione del televisore, del decoder/ricevitore e dell'antenna

Collegate il televisore o il decoder e l'antenna secondo le istruzioni del fabbricante. Posizionate tutti gli apparecchi come meglio desiderate. Per le antenne da interni: la peggiore ricezione si ha quando l'antenna è posta tra il retro del televisore e la parete della stanza. Quindi non piazzate mai l’antenna da interni dietro il televisore. Dal momento che è sensibile alle interferenze, l'antenna non dovrebbe essere collocata neanche nelle vicinanze della base di un telefono cordless o di un collegamento a internet senza fili.

Attivazione

Accendete il televisore o il decoder. Potete installare le reti usando il telecomando, che con la funzione di ricerca automatica può comunque identificare tutti i canali TV ricevibili via etere. Al termine della ricerca potete cambiare l’ordine delle reti a vostro piacimento.

Ottimizzazione della qualità di ricezione

La posizione e l’orientamento di un'antenna da interni rivestono un’importanza decisiva per la qualità della ricezione. Dopo l'accensione, ottimizzate la posizione dell'antenna mediante il display che indica il livello e la qualità del segnale. Queste informazioni si trovano di solito nel menu «Impostazioni». Spostate l’antenna fino a quando il livello e la qualità saranno al massimo e lasciatela in quella posizione. È importante che l’indicatore della qualità si avvicini al 100%. Una volta trovata la posizione ottimale, non muovete più l'antenna.


Frequenze

Il professor Broadcast dice…

Orientate l'antenna verso il trasmettitore DVB-T. Al momento del montaggio, tenete conto della polarizzazione (verticale).

L'antenna dovrebbe essere montata per quanto possibile sul lato dell'edificio rivolto al trasmettitore. Per via delle riflessioni, solo di rado è possibile captare buoni segnali posizionando l'antenna sul lato opposto rispetto al trasmettitore. In caso di dubbio, uno specialista sul posto può effettuare le dovute misurazioni.

Generalmente, si ricorre agli amplificatori di antenna solo quando il segnale deve essere distribuito a più di due ricevitori (antenna centralizzata).

Frequenze

Le frequenze per l'impostazione manuale del vostro sintonizzatore sono consultabili qui.


Reti

FAQ

FAQ - In questa sezione trovate le risposte alle domande più frequenti.

DVB-T sta per Digital Video Broadcasting – Terrestrial e indica la televisione digitale che si riceve tramite l'antenna.

Il DVB-T si può ricevere gratuitamente, senza costi aggiuntivi, in tutta la Svizzera.

In ogni regione linguistica si possono ricevere, tramite i canali del digitale terrestre (DVB-T), le reti della regione in cui ci si trova e le prime reti delle altre regioni.

Per ricevere il digitale terrestre occorre, oltre a un'antenna, un decoder DVB-T. La maggior parte dei moderni televisori dispone di un ricevitore digitale incorporato (receiver).

Si tratta di apparecchi che scompongono i flussi di dati digitali compressi e li convertono in tradizionali segnali audiovisivi.

Per la ricezione è necessaria un'antenna di tipo tradizionale collocata sul tetto. Sono possibili altre modalità di ricezione, ma non possono essere garantite.

Le antenne di tipo tradizionale, sul tetto, possono essere utilizzate o riattivate senza problemi. È importante tenere conto della polarizzazione (verticale) e della regolazione dell'antenna sul tetto. Per ulteriori informazioni sull'installazione, rivolgetevi al vostro rivenditore di fiducia.

Per la ricezione è necessaria un'antenna di tipo tradizionale collocata sul tetto. Sono possibili altre modalità di ricezione, ma non possono essere garantite.

Non è possibile definire la migliore posizione dell'antenna da interni. Occorre fare diversi tentativi per trovare il luogo con la ricezione migliore. Spesso è utile spostare l'antenna in diverse posizioni muovendola lentamente; in tal modo si ottengono risultati migliori. Se l'immagine o il suono sono disturbati consigliamo di utilizzare un'antenna da interni attiva e non passiva.

La ricezione mobile è possibile. Si consideri che il digitale terrestre in Svizzera è studiato per un'antenna da esterni (sul tetto). Non si può garantire la ricezione tramite un'antenna da interni o un'antenna da parete esterna.

No.

Attualmente la SRG SSR non prevede di passare al digitale terrestre di seconda generazione (DVB-T2).

No, per la ricezione radiofonica in digitale è necessario un apparecchio DAB+.

Sì, se la trasmissione è disponibile in bicanale; negli apparecchi di ricezione normalmente è possibile selezionare uno o due canali audio.

Il Videotext (Teletext) è elaborato dalla maggior parte dei ricevitori DVB-T.

La maggior parte dei ricevitori digitali permette di orientare al meglio l’antenna mediante un display «on screen». Si consideri che le antenne vanno montate con orientamento verticale. Qualora non riusciate a ricevere correttamente il segnale, rivolgetevi a un rivenditore specializzato.